Barzellette
Barzellette divertenti: le barzellette, i colmi le freddure più divertenti del web

Comics Zone .: Barzellette

Barzellette sulla Chiesa | Parte 10

Barzellette Chiesa, preti e monaci Pierino e suo fratello più grande sono il terrore del quartiere: ne combinano ogni giorno di tutti i colori. La madre non ne può più finché un giorno viene a sapere che è arrivato nella parrocchia un nuovo prete con una buona fama di educatore. La madre si confida con lui e il prete le dice di portargli Pierino per primo e da solo. Il giorno dopo Pierino va dal prete e lo trova dietro una grande scrivania; lo fa sedere davanti a lui, lo fissa a lungo negli occhi e alla fine puntandogli un dito verso il viso gli chiede con tono autoritario: "Dov'è Dio?". Pierino si guarda attorno, ma non dice niente. Il prete gli punta ancora il dito contro e grida più forte: "Dov'é Dio?". Stessa scena di prima, ma Pierino non dice nulla. Allora il prete si alza, sale sulla scrivania e con voce ancora più forte e puntando il dito sul naso di Pierino gli grida: "Dov'é Dio?". Pierino questa volta è preso dal panico e scappa a casa; sale in camera dal fratello e gli dice: "Stavolta siamo proprio nella merda!". Il fratello gli chiede perché e Pierino: "Dio è scomparso e nel quartiere pensano che siamo stati noi a rapirlo!"
Barzellette Chiesa, preti e monaci Spinto dal desiderio di guarigione, uno storpio si reca in un paesino sperduto dove pare che un prete compia miracoli. Entra in chiesa faticosamente appoggiandosi su due robuste stampelle: "Padre, sono storpio dalla nascita, la mia vita è un inferno, un miracolo è la mia ultima speranza". Al che il prete gli chiede: "Non preoccuparti, figliolo, come ti chiami?". "Mi chiamo Peppe". "Bene Peppe, tu hai fede in Dio?". "Certo!". "Allora vai dietro l'altare e ... prega ... Anch'io pregherò e vedrai che il miracolo arriverà". Rincuorato Peppe si avvia zoppicando dietro l'altare. Passano un paio d'ore, durante le quali sia il prete che Peppe pregano ... pregano ... pregano, e a un certo punto entra un altro sventurato che con voce strozzata e balbettando fa: "Paaadreee ... la pregooo ... ho avuto una terribile malattiaaaa ... non riesco più a parlare beeeneee ... e ... non ce la faccio piuuuu.. ". Al che il prete gli risponde: "Non preoccuparti figliolo, come ti chiami?". "Mi chiamo Giovanni". "Bene, Giovanni, tu hai fede in Dio?". "Certo!". "Allora vai dietro l'altare e ... prega ... Vedrai che il miracolo arriverà". Giovanni rincuorato da tanta sicurezza si avvia andando dietro l'altare. Passano le ore, durante le quali sia il prete che Peppe e Giovanni pregano ... pregano ... e pregano. Ad un tratto il prete, quasi delirando, alza la testa, rivolge gli occhi al cielo e grida: "Peppeeeee, lancia una stampellaaaaa, che non ti serve più". E ... vooomm da dietro l'altare vola una stampella. E il prete, gridando più forte: "Peppeeeee, lancia anche l'altra stampellaaaaa, che non ti serve più". E ... vooomm da dietro l'altare vola l'altra stampella. E allora il prete gridando a più non posso, in pieno delirio da miracolo: "Giovanniiii parlaaa, dì qualcosaaaa!". E Giovanni, affacciandosi da dietro l'altare, indicando con il pollice dietro di lui, con voce strozzata e balbettando fa: " ... è caaascato Peeeeppe ... ".


Pagina 10
Bellezze su Buongiorno Web
Donne Vip Gallery for Man
Buongiorno Web su Facebook